stand for ukraine
torino film russo il testimone

EVENTO CANCELLATO: A Torino sarà proiettato il film russo di propaganda “Il testimone”

Mentre a Bologna il sindaco Matteo Lepore si è da subito schierato contro la proiezione del film russo di propaganda “Il testimone” e sta lavorando per annullare l’evento, spunta una nuova data, quella di Torino presso la sede dell’associazione filorussa Prospettiva di Via degli Abeti 15.

Dopo Modena, Lucca e Bologna, la propaganda russa prova a sfondare a Torino

Locandina film russo il testimone torino
La locandina del film russo Il testimone previsto a Torino il 10 Febbraio

Dopo aver trovato le porte sbarrate a Modena (per l’evento su Mariupol) e a Lucca (per l’evento con ospite Aleksandr Dugin), anche a Bologna non tira buona aria per le associazioni filorusse che cercano di diffondere in Italia la propaganda del cremlino. Nel capoluogo emiliano la proiezione del film russo Il testimone dovrebbe a giorni essere annullata, quindi le stesse associazioni stanno provando a portare il film a Torino, nella sede di Prospettiva, un gruppo che più filorusso di così non si può.
Sulla loro pagina Facebook infatti campeggiano post come “Boicotta Israele Stato Criminale” (detto dai russi…sembra assurdo ma è così) oppure bizzarre teorie su come aggirare le sanzioni internazionali per far pagare i prodotti italiani in rubli dagli acquirenti russi. Tra l’altro una bellissima idea visto che il rublo nonostante le acrobazie della banca centrale russa ormai vale sempre meno. Così i produttori italiani potranno trovarsi con in mano un bel po’ di carta straccia invece che profumati Euro.

Tralasciando questi dettagli che servono giusto a farvi capire con chi abbiamo a che fare, pare proprio che le associazioni filorusse, molto attive in questo inizio 2024, stiano correndo a destra e a sinistra per riuscire a trovare degli spazi per diffondere la solita propaganda del cremlino: NATO espansionistica, russia aggredita, ucraini nazisti e porcherie varie. Ora tocca a Torino difendersi, confidiamo che sindaco Stefano Lo Russo faccia il possibile per rimandare al mittente questa pericolosa deriva putinista che sta cercando di sfondare in Italia.

Di cosa parla il film russo Il testimone

Il film russo Il testimone è pura propaganda del cremlino. Infatti è stato realizzato con il contributo del ministero della cultura di mosca e cerca di propugnare tutte quelle infamanti tesi propagandistiche che purtroppo sentiamo da due anni a questa parte in ogni media. Nel film russo Il testimone infatti un violinista belga guarda caso si trova a Kyiv alla vigilia dell’invasione russa ed è testimone delle violenze disumane dei soldati ucraini. Ovviamente tutti i soldati ucraini sono nazisti hitleriani, ma siamo sicuri che questo dettaglio non c’era bisogno nemmeno di dirvelo.

Fermare la propaganda dello stato russo terrorista

Il Comune di Torino ora si troverà a fronteggiare un duro ostacolo, quello della propaganda russa della peggior specie direttamente sul suo territorio. Ricordiamo che il Parlamento Europeo ha definito la russia uno “stato terrorista” per la sua guerra in Ucraina ed è compito delle istituzioni difendere i cittadini da questa pericolosa deriva propagandistica che diffonde menzogne e pericolosi concetti disinformativi, proprio alla vigilia delle elezioni europee per destabilizzare l’occidente libero e democratico. Non fermare questi eventi sarebbe solo un regalo a putin che in questo 2024 ha chiaramente lanciato la sua guerra di propaganda contro l’Italia, l’Europa e gli USA. Fermiamoli ora.

Potrebbe interessarti anche
EVENTO CANCELLATO: Le tristissime risposte di Muzzarelli e Bonaccini sull’evento filo-russo di Modena
modena risposte muzzarelli bonaccini evento mariupol

Sul caso dell'oltraggioso evento organizzato presso una sala comunale della città di Modena sulla "rinascita" di Mariupol grazie ai russi hanno risposto sia il sindaco Muzzarelli che il presidente della regione Emilia Romagna Bonaccini. E le risposte non ci piacciono.

Lettera aperta alla Rettrice dell’Università La Sapienza di Roma riguardante il concerto del propagandista filorusso Romanovsky
lettera aperta università roma romanovsky

La lettera aperta di Stand for Ukraine alla Rettrice dell'Università la Sapienza di Roma riguardante il concerto di Alexander Romanovsky in programma proprio nell'Aula Magna dell'Università stessa.

EVENTO CANCELLATO: A Lucca convegno neofascista pro-russia con il sanzionato Dugin come ospite
evento lucca dugin vento est

Incredibile, a Lucca andrà in scena un convegno neofascista pro-russia e l'ospite d'onore sarà il sanzionato Dugin.

A Verona, Ferrara e Lamezia Terme stretta di mano Italia-russia e una pugnalata al coraggioso popolo ucraino
manifesti la russia non è mio nemico

I comuni di Verona e Ferrara permettendo l'esposizione di queste oscenità hanno pugnalato per l'ennesima volta i cittadini ucraini che pensavano qui di essere al sicuro.