stand for ukraine
Firenze evento russia 11 maggio 2024

A Firenze sventolano le bandiere di russia, DNR e LNR

Oggi Sabato 11 Maggio 2024 Firenze si è svegliata con le bandiere delle repubbliche non riconosciute di Donetsk e Luhansk (oltre a quella russa e all’immancabile bandiera palestinese, così a caso) in Piazza Leopoldo, in un banchetto organizzato dal CARC, un residuato post bellico di comunisti che definire filorusso è fargli un complimento. E poco importa se saranno quattro gatti, poco importa se a nessuno frega niente dei comunisti del CARC e della loro becera propaganda. Le bandiere sono lì, una pugnalata al cuore dei tanti ucraini di Firenze (e non solo). Come può sentirsi un cittadino ucraino rifugiato a Firenze dopo aver lasciato tutta la sua vita in patria a causa dei bombardamenti russi e dei loro atroci crimini di guerra a svegliarsi e vedere quelle bandiere? Ditemelo voi perchè io non ho parole.

A Firenze contro la NATO, contro la UE, per la russia

Il delirante tema di questa iniziativa del CARC “Liberiamoci dai guerrafondai USA e UE!”, trasformato in un microfono aperto contro la russofobia (leggi invece: contro gli ucraini) sembra non far piĂą notizia. La libertĂ  di espressione si è confusa da un pezzo con la libertĂ  di mentire e di offendere che non ci facciamo piĂą caso. Ma almeno cerchiamo di salvare la faccia. Che le bandiere di repubbliche non riconosciute insieme a quella dello stato terrorista russo sventolino impunemente per una cittĂ  italiana è osceno e irrispettoso. Parliamo di uno stato (quello russo) dichiarato sponsor del terrorismo dal Parlamento Europeo (e che per parola dei suoi leader è in guerra contro noi occidentali), parliamo di due repubbliche non riconosciute, Donetsk e Luhansk, illegalmente nelle mani dei terroristi russi. Davvero permettiamo questo?
Questo evento, insieme ad altri programmati dal CARC, dovrebbe essere inserito nella loro campagna di presentazione dei loro candidati per le prossime amministrative di Firenze. A noi sembra solo una scusa per fare propaganda russa in un paese UE.

Qualcuno dirĂ  “non parlatene, non facciamogli pubblicitĂ ”. E invece no. Queste oscenitĂ  vanno portate alla luce, va chiesto perchè sono permesse queste assurde e immorali manifestazioni. E non chiamatela per favore libertĂ  di espressione. Quella deve basarsi sui dati, su fatti certi. Le loro sono solo farneticazioni costruite sulla narrazione falsa e propagandistica di mosca e vanno fermate. Altrimenti ben presto saranno loro a fermare noi.

Pubblichiamo qui di seguito le foto dell’evento che ci ha cortesemente inviato una nostra lettrice di Firenze. Giudicate voi stessi.

Potrebbe interessarti anche
Il coraggio e la vergogna
il coraggio e la vergogna pace terra libertĂ 

Il coraggio: i cittadini ucraini nella Berdyansk occupata che protestano con coraggio davanti al seggio elettorale tra i mitra degli occupanti e i mezzi militari con la Z. La vergogna: la lista anti-ucraina Pace Terra e Libertà

Volodymir Zelensky, il presidente eroe che non ci meritiamo
zelensky presidente ucraina

Piccolo elogio al presidente ucraino Zelensky, l'eroe che non ci meritiamo

Orgoglio Georgia, ribellarsi al putinismo si può, non come i…
georgia proteste russia europa

Le proteste in Georgia dimostrano che ribellarsi alla russia si può, basta volerlo. Non come qualcuno...

Il programma elettorale di Santoro è un delirio putiniano
Pace terra dignita putin programma elettorale

Il delirante programma elettorale della lista di Santoro Pace Terra Dignità ha una strana ossessione per l'Ucraina e sembra scritto da putin in persona.